Home   |   Personaggi   |   Racconti   |   Poesie   |   Cose così

 

 

IL PUDORE

 

Quel "sentimento di riservatezza o di ritrosia verso ciò che attiene la sfera sessuale",secondo i dizionari,a sotto il nome di "pudore".-

Tuttavia,la pudicizia non è relativa solamente alla sessualità,ma a quant'altro il costume ha inteso negare alla vista per motivi etici,religiosi o,soltanto estetici.-

Una educazione,però,basata su dubbi principi del rifiuto preconcetto di elementi anatomici umani,potrebbe provocare seri inconvenienti con assurdi,quanto imbarazzanti,situazioni di disagio.-

Infatti,potrebbe verificarsi che...

 

La formosa giovane sposina,di coscia lunga,soleva trascorrere,in assenza del marito per turni di lavoro festivo,la sue domeniche in campagna  presso la vecchia nonna.-

Ed era accolta con tanto affetto e trepidante attesa,anche se la nonnina aveva sempre qualcuno che le facesse compagnia.-

Questa volta,a dividere il  piacere  di  portare un soffio di giovinezza in quella casa,anche il cuginone sedicenne,figlio maggiore  di un fratello del padre.-

Tutto scorreva tranquillo in quel tiepido mattino,come sempre,quando fu udito un lancinante grido di dolore lanciato dalla ragazza che era andata ad appoggiare  decisamente un suo accattivante gluteo su uno spinosissimo quanto feroce cactus,appena trattato con prodotti anticrittogamici.-

L'effetto fu prorompente !

Mai penetrazione alcuna aveva prodotto nella malcapitata un dolore così insopportabile.-

Fu subito adagiata,a pancia in giù,su un letto,mentre la nonna,ago in mano ed occhiali sulla punta del naso,cercava di estrarre una probabile porzione di spina rimasta conficcata nella parte interessata.-

Attesa l'assenza di alcun utile risultato,si  pensò di raccomandarsi all'acuta vista del ragazzo che l'infilzata rifiutava,per ovvi motivi.-

Ma,poiché la cosa precipitava con l'impossibilità festiva di qualsivoglia aiuto,l'infortunata ,ribollente di bruciore, accettò l'intervento del precoce cugino,a condizione che ogni parte della "natica" fosse ben coperto,tranne per quel centimetro di pelle.-

L'improvvisato cavatore,dunque,si mise subito e ben volentieri all'opera,senza cavare...una spina dal buco.-

Convinto che bisognava agire in fretta,almeno per l'elemento chimico,il giovincellone dal folto baffo canino,tentò una improvvisa quanto inaspettata operazione di risucchio  da "bocca a....gluteo" cui fece seguito un ben assestato e sonoro ceffone della cugina.-

Si pensò,allora,di raggiungere,come si poteva,la guardia medica e fu lì che alla presenza  di due medici di sesso maschile,di un infermiere e dell'autista dell'USL,fu operata una intramuscolare antitetano sull'altro gluteo,dopo una abbondante palpazione di quello infortunato.-

Alla fine,decisione rapida e trasferimento in ospedale per eventuali RX dove il regale sedere fu,minuziosamente,studiato dal medico e dal muscoloso infermiere di guardia,quindi,sottoposto all'attenzione degli aiuti dei reparti di chirurgia e medicina ,prontamente convocati,osservato dagli addetti alla radiologia precipitatisi affannosamente e conservato in corsia  per una competente e "spassionata" valutazione dei due primari,il giorno dopo.-

Tano Raneri  (6 giugno 1997)