Home   |   Personaggi   |   Racconti   |   Poesie   |   Cose così

 

FANTASTICANDO

(ovvero,SuperEnalotto e …dintorni)

 

Non ditemelo perché non ci credo !

Non esiste,non può esistere al mondo persona incapace di assumere le ali della fantasia e con quelle scorrazzare in lungo ed in largo nell’universo dei propri desideri .-

Desideri a volte semplici,delicati,fragili che al cospetto della cruda realtà diventano ,spesso,facile preda di limiti non solo caratteriali .-

Dunque,sognare ad occhi aperti aiuta a liberare la nostra follia dal tanto che ci opprime ,spingendoci “più avanti del caldo del sole,sull’ultima stella lassù”…

Infatti,c’è che si affida ai suoi voli per risolvere problemi di ordinaria…indecenza;c’è chi consegna a macabre “soluzioni finali” il suo più scomodo nemico e c’è,perfino,chi con le sue picchiate annulla problemi di cassa, con grande giovamento per il suo sistema neuro-vegetativo .-

Un mio ex collega d’ufficio,in appena 90 Km di autostrada,fantasticando in compagnia della moglie,aveva vinto la “Lotteria Italia”,spendendo e spandendo fino a rimanere con qualche miliardo di debiti ;

un altro,per una eterea vincita al SuperEnalotto,era precipitato,invece,assieme alla signora,in una sorta di esasperata,benefica esaltazione con sudorazione per agitazione psico-motoria incontenibile .-

E dopo che la bolla si è rotta ?

Ma cosa importa…!

Intanto ,per qualche tempo hai assaporato il piacere di essere fuori dal tuo tunnel, non avendo dato niente,e,come è nelle regole del gioco,non avendo ricevuto nulla .-

In due,dunque,si sogna meglio perché si ha il coraggio del “testimone”,cioè di quella sorta di spudoratezza nel coinvolgere chi teneramente indulge a condividere con te la voglia di evadere da questo mondo  di niente .-

Ed allora ?

Voliamo pure,voliamo bene,voliamo sempre,ma senza soluzioni di ripiego perché non c’è posto nella gioia del niente di surrogati di comodo .-

Permettetevi che l’ “estremo” vi sia compagno di avventura,di spensieratezza,di liberazione lasciando,opportunamente,in pace i Santi del Paradiso, i bisogni delle vostre Parrocchie e le promesse di donazioni…perché in questo caso il discorso sarebbe ben altro…-

Tano Raneri   (24.02.2000)

 

 

Tano Raneri.com -