Home   |   Personaggi   |   Racconti   |   Poesie   |   Cose così

 

Quando l'ovest sa giÓ di sera...

Fra il rosa e il giallo
quando l' ovest sa gia'di sera
di giada e di pesca tinto ..
corre il gran cavallo della
fantasia, gran zoccoli e garretti
ma felpato.... quanto potente e' l' ambio,
Come cerniera si dischiude a noi l' infinito
quel travaso indicibile di grida in sussurri ...
vecchi padri che tornano a sorriderci
sfuggendo per un attimo all' artiglio implacabile,
e ' un' attimo senza paura che sa di eterno ,
sempre piu' poi ecco la giada che va in corniola,
e' gia' finito, il nero avanza ,e,
noi in quel mare su quel naviglio
fragile intravediamo quasi il mare invisibile
del nostro divenire ma siamo stanchi
cominciamo ad avere freddo distogliamo lo
sguardo e torniamo dentro ..
.magari vicino al fuoco
cosi' tanto da bruciarci ....
ma la cena e' pronta lo scucchiaiare di mio figlio
mi fa dimenticare mio padre so che lui e' contento
e' una ruota infinita che ci consuma che ha consumato
ma e' vita ..prendere o lasciare ..
_________________
sal_asso

 

   

Tano Raneri.com -