Home   |   Personaggi   |   Racconti   |   Poesie   |   Cose così

 

 

                                              

Ecreggio signò direttore, 

c’iscrivo la gradita lettera che segue perché ciò a mio compare Santo che cià una causa al tribbunale da 28 anni, 8 mesi e 6 giorni. L’avvocato addetto di stare tranquillo,  perché massimo entro il 2050 la causa si dovrebbe definire, definitivamente. Poi ci può essere l’appello e male che va la cassazzione, ma ormai il di più l’affatto.

Il motivo della causa in tribbunale è che una mattina mio compare Santo saffaccia alla finestra e non vede più il mare. Guarda più meglio, ma il mare non si vede l’ostesso. Al posto del mare si vedeva un palazzo di otto piani, quasi finito. Ci mancavano solo i citofoni.

“E quando l’anno costruito - appenzato mio compare Santo - questa notte”?

Cose dell'altro monte, caro signò direttore, il palazzo l’avevano costruito propio quella notte, propio davanti alla casa di mio compare Santo, propio davanti al mare. E se arriva un’onda anonima, come a quella di Stromboli?

Quelli dell'aggiunta comunale non anno saputo che dire

Al municipio non anno saputo che dire. Come infatti nessuno aveva fatto domanda di licenza edilizia e nessuno ne sapeva niente. Allora mio compare Santo addetto: “Voglio sapere chi è quel mascalzone che affatto il palazzo abbusivo questa notte”!

Ma il mascalzone che aveva fatto il palazzo era presente e addenunciato a mio compare per  ingiurie a costruttore abusivo nell’esercizzio delle sue funzioni, incontinenza, fallo di mano in area di rigore, disturbo della quiete pubblica, colon irritabbile e altri capi d’amputazione.

Ebbene, caro signò direttore carissimo, lo sa com’è finita? Il mascalzone avvenduto l’appartamenti e dopo di allora ha costruito altri 42 palazzi abusivi. Mio compare, invece, estato amputato dal tribunale civile, dalla criminalpol, dalla dicos, dal tribunale del malato e dal tribunale dei minori  per ingiurie. Epperciò ancora mio compare cià la causa da 28 anni, 8 mesi e 6 giorni.

Borrello: “Resistere, resistere, resistere”

Allora mio compare ascritto al procuratore di Milano, Borrello, la quale cià risposto: “Resistere, resistere, resistere”. Meno male signò direttore, certe volte una parola di conforto fa più di una sentenza d’assoluzione.

Ora mio compare assentito dire che il governo affatto la legge del leggittimo sospetto e se uno cià il sospetto che i giudici non stanno facendo il suo dovere, può chiedere di spostarci il processo.

Come infatti mio compare addetto all’avvocato che cià il sospetto che 28 anni, 8 mesi e 6 giorni per una causa, per averci detto mascalzone a un mascalzone, sono troppi. Ma l’avvocato addetto che il processo non si può spostare e che si deve “resistere, resistere, resistere”, perché prima o poi il giudice emetterà la sentenza. 

Allora ascritto al Presidente

Allora mio compare Santo ascritto al Presidente, ma lui arrisposto che “chi si lagna e fa la spia non è figlio di Maria”. E ha addetto giusto. Infatti la mamma di mio compare non si chiama Maria ma Immacolata.

Allora mio compare ascritto a un ex pm, uno considerato genio e sgretolatezza, un certo Di Pietro, la quale arrisposto: “che cià zecca”. Quando alletto così, mio compare s’è dispiaciuto per la zecca, perché con una zecca si può anche morire.

Le sanatorie si possono fare pure per l’agente onesta?

Inzomma, signò direttore, c’iscrivo allei per chiederci se le sanatorie si possono fare solo per chi costruisce palazzi abusivi, per chi non paga le tasse, per chi fa corruzioni, per chi affatto qualche Tangentopoli, per chi rubba allo Stato o si possono fare pure per l’agente onesta? Mio compare addetto che in Italia la legge è fatta solo per proteggere i mascalzoni.

Io ciò detto a mio compare che i processi si devono cominciare massimo a 5 anni, così anche se durano 30 anni, più 20 di appello e 15 di cassazione, a 70 anni uno ha già la sentenza.

Pobblemi di eredità

Caro signò direttore, ora vorrei spezzare un’arancia in favore di mio compare. Perciò la prego di volerne fare minzione nel suo giornale perché il pobblema è urgente, poichè mio compare deve fare testamento e deve decidere a quale dei figli ci deve lasciare la causa in eredità?

Pertanto la prego di chiederci se oltre affare le leggi affavore dei loro compari, il governo ne può fare pure una affavore di mio compare?

Una sanatoria per chi palazzi abbusivi non ne affatto?

Inzomma, signò direttore, se il governo fa la sanatoria per chi affatto palazzi abusivi, non ne può fare una per chi palazzi abbusivi non ne affatto? In Italia è obbligatorio fare palazzi abbusivi? La prego di volere rispondere con orgasmo perché stanno facendo l’indultino e se fanno pure la legge che è obbligatorio fare almeno un palazzo abbusivo attesta, ci dobbiamo mettere subbito al lavoro. Se no va affinire che ci arrestano.

Grazzie per la tenzione e arrivedergliela.
                                                                                           Il suo amico di sanatoria
                                                                                                    Nino Dellamici
 

 

 

 

 

Tano Raneri.com -